Il tè delle cinque

La donna a destra della foto è Anna Stanhope, settima duchessa di Bedford e amica della regina Vittoria.
È alla sua fama, o meglio, alla sua fame, che si deve l’invenzione della foto di sinistra: il five o’clock tea, il tè delle cinque! Sì, perché a quel tempo, alla corte d’Inghilterra si era soliti fare una colazione abbondante, un pasto leggero a mezzogiorno, e una cena verso le otto di sera, seguita da una tazza di come digestivo. Ma un giorno, ad Anna venne fame molto prima dell’ora di cena, verso le cinque di pomeriggio. Chiese che le venisse servito il serale in anticipo, accompagnato da biscotti e pasticcini, per spezzare l’appetito. La sua idea piacque così tanto che si diffuse molto in fretta, prima a corte e poi nell’intera Inghilterra, dov’è ancora una delle tradizioni più amate.

Ma la apprezziamo anche noi: gustiamo un Earl Grey del nostro negozio, accompagnato da un biscottino sempre all’Earl Grey, con gocce di cioccolato fondente.